Wiki

Trekking in Montagna

Trekking in montagna per ripristinare i nervi e l’equilibrio mentale

Lontano dal rumore delle città affollate, la montagna invita. Le escursioni in montagna e anche l’alpinismo sono molto amate. Il trekking in montagna non è necessariamente adatto a tutti. Le persone che sono fisicamente handicappate o con vertigini dovrebbero evitare le escursioni in montagna ad altezze vertiginose, così come  persone anziane con problemi cardiovascolari.
Per tutti gli altri, l’escursionismo in montagna può essere una sfida benvenuta, sia spiritualmente che fisicamente.
Ci sono naturalmente enormi differenze in termini di escursione e di condizioni. Dopo tutto, un pellegrinaggio come il Cammino di Santiago attraverso i Pirenei non può essere paragonato ad un trekking attraverso il Annapurna Circuit in Nepal. E le Alpi offrono oltre a percorsi brevi anche oltre 500 km di sentieri di lunga percorrenza.

Trekking In Montagna-2

Escursioni in montagna cosa portare?

L’equipaggiamento di base, tuttavia, dovrebbe in realtà essere sempre lo stesso. A seconda della durata del percorso e delle condizioni climatiche ci saranno delle differenze.
Oltre alle vostre cartine, bisognerebbe avere con sé:

  • bussola e altimetro
  • cellulare
  • mappa e kit di pronto soccorso.
  • Un abbigliamento adeguato, zaino, compresi scarponi da montagna resistenti e antiscivolo e cibo a sufficienza sono anch’essi indispensabili durante un’escursione in montagna.

Tuttavia, prima di partire, è necessario pianificare il viaggio con attenzione in modo da non doversi confrontare con rischi incalcolabili.
Non è detto che si debba andare lontano per un’escursione in montagna, perché l’Italia e i suoi dintorni offrono meravigliose opportunità per questo.
Sia in bassa che in alta montagna ci sono paesaggi meravigliosi che aspettano solo di essere scoperti. Le Prealpi sono perfette anche per brevi escursioni in montagna. Per chi desidera trascorrere qualche giorno in montagna, l’escursionismo alpino a lunga distanza con diverse tappe giornaliere è la scelta giusta. Qui si pernotta per lo più in semplici rifugi di club alpini, che possono ricordare un po’ un pellegrinaggio.
Per escursioni così lunghe in montagna bisogna assolutamente essere un po’ più attrezzati. In caso di emergenza, una coperta di salvataggio può svolgere un ottimo compito e il vostro zaino deve anche avere una capacità maggiore rispetto a una breve escursione in montagna di una giornata.

Zaino da escursione

Lo zaino da escursione è uno dei pilastri del trekking. Può anche trasformare un’escursione in terrore o facilitarla. Il mercato offre una vasta gamma di zaini con diversi design, volumi, pesi, specifiche e prezzi. Per capire di cosa avete bisogno, equipaggiate prima il resto della vostra attrezzatura. C’è un’ampia scelta di zaini da trekking di diversi produttori. I prezzi variano a seconda della qualità e del produttore.

Zaino e bastoncini da trekking
Zaino e bastoncini da trekking presso il Monte Bianco

Gli zaini di ultima generazione sono dotati di una protezione speciale (parapioggia) per proteggere il contenuto. Tuttavia, si consiglia comunque di imballare tutti gli articoli nello zaino in sacchetti di plastica.

Scarpe per escursioni in montagna

Le scarpe da escursione sono uno degli elementi più importanti della vostra attrezzatura. Gli scarponi devono essere resistenti, affidabili e versatili. E ‘meglio utilizzare scarpe da trekking con membrane in Gore-Tex o loro analoghi. Queste scarpe di solito presentano un alto margine di movimento, che protegge il piede dalle distorsioni, non si bagna e lascia il piede asciutto, in quanto assorbe l’umidità.

Bastoncini da trekking

I bastoncini da trekking rappresentano un aspetto molto importante del vostro equipaggiamento personale. Permette di mantenere meglio l’equilibrio su terreni difficili, riduce notevolmente le lesioni e lo stress alle articolazioni delle ginocchia. Inoltre i bastoncini telescopici sono regolabili in altezza a seconda del terreno e della propria statura.

Giacca e windstopper per il trekking in montagna

Ahimè, spesso piove in montagna, e noi dobbiamo in qualche modo proteggerci dalla pioggia e dal vento. Il mercato delle attrezzature offre un’ampia scelta di abbigliamento impermeabile. In estate è necessaria una giacca impermeabile e antivento. Ne avete bisogno per avere un cappuccio e proteggervi dalle intemperie. E’ bene che quando la giacca ha una membrana vi darà un comfort extra durante il carico. In inverno è necessaria una giacca isolata.

Pantaloni e pantaloncini da trekking

Sono finiti i tempi in cui i migliori pantaloni da trekking erano i jeans. In generale, dimenticate le cose di cotone. I tessuti moderni per il trekking sono sintetici o semisintetici. Questi tessuti forniscono una buona protezione dal vento e si asciugano rapidamente. Non portate mai i jeans, sono pesanti, scomodi e lenti ad asciugare.

Cos’altro tenere in considerazione quando si fa un’escursione in montagna?

Il trekking in montagna non richiede particolari abilità o particolari allenamenti sportivi. La maggior parte dei sentieri escursionistici sono adatti anche ai principianti. Basta scegliere una escursione in montagna che soddisfi le vostre esigenze e seguire le istruzioni della gente del posto.

Tuttavia, prima di fare un’escursione, è necessario sapere esattamente di cosa si tratta.  Le sensazioni che si cercano. Sulla maggior parte dei sentieri dovrete portare lo zaino fino in fondo, forse dormire in tenda o in un rifugio, fare a meno delle solite comodità e seguire il gruppo. Questi inconvenienti sono però solo temporanei e si sovrappongono completamente a quelle sensazioni, impressioni, emozioni ed esperienze indimenticabili che ricorderai a lungo.

Cosa rende piacevole un’escursione in montagna?

Il trekking in montagna aiuta ad alleggerire lo stress accumulato, perché è lì che le persone ritornano alla propria fonte, ritornano a se stesse e dimenticano le regole imposte dalla società. L’incomparabile bellezza delle montagne e l’attività fisica moderata ripristina i nervi e l’equilibrio mentale.

Segnaletica Trekking Valle D'aosta
Ci sono innumerevoli sentieri in questo caso vicino al Monte Emilius Pila Valle D’Aosta

Durante le escursioni in montagna non solo ci divertiamo, ma diventiamo parte della nostra vita. Una volta intrapresa una vera e propria escursione, non può più fare a meno di lasciarsi andare. Non riuscirete mai a sostituire la brezza rinfrescante della montagna con la brezza rasserenante di un ventilatore da ufficio.
Non potrete mai rimanere a lungo in città, inevitabilmente sarete attratti dalle montagne. E dopo aver scalato la vetta, vi sollevate e guardate il mondo intero intorno a voi, ammirate le aquile che volano alte, toccate con mano le nuvole e vi rendete conto che nessuno è più in cima, solo il sole, che sta gentilmente accarezzando il proprio viso abbronzato.
Se avete dei dubbi sull’opportunità di fare un’escursione, non avete altra scelta se non quella di non ascoltare nessuno, mettere da parte le paure e i pregiudizi e cercare di capire tutto da soli.

Perché dovrei fare Trekking in montagna?

Non è un segreto che una persona intelligente e attiva, può a malapena sopportare 2 settimane di vacanza al mare su uno stesso lettino. Ma pianificare un lungo viaggio in montagna richiede molto tempo e nervi saldi, e i circuiti turistici già organizzati sono affollati e non sono economici. Ma non avete mai sognato di scalare un vulcano attivo, di vedere l’Everest o di visitare un villaggio indiano abbandonato? L’afflusso di emozioni e impressioni trasmesse dalle escursioni, dalle scoperte quotidiane e dalla bellezza mozzafiato della natura selvaggia del nostro pianeta. Questo è ciò che ci rende degni di essere vissuti.

È assolutamente impossibile riuscire a conoscere il territorio dal finestrino di un’auto o di una località di villeggiatura. Le escursioni a piedi vi garantiranno di vedere molte meraviglie nascoste e di incontrare persone interessanti, come gente del posto e viaggiatori provenienti da diverse parti del mondo. Tutti sanno che gli alpinisti sono le persone più amichevoli e ospitali, indipendentemente dalla regione. Le dure condizioni di vita hanno insegnato loro a non rifiutare mai un ospite.

Una persona della grande città ha perso da tempo queste qualità, stanco di una folla costante, a livello di sottoporsi, ha imparato a non fidarsi degli “estranei”. E anche se quando andiamo a fare trekking in montagna cerchiamo la solitudine e la pace dalla comunicazione, di solito ne troviamo una completamente diversa. Le montagne ci insegnano a comunicare in modo diverso, a fidarci di un compagno, ad aiutare un estraneo.

Solo un’escursione in montagna può regalare una tale varietà di emozioni: la bellezza della natura e la bellezza delle nuove amicizie.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button