DestinazioniAsia

Trekking in Giordania

Fare trekking in Giordania | Attraverso la città rocciosa di Petra fino a Wadi Rum

Fare trekking in Giordania è davvero consigliabile? Assolutamente sì. Molti di noi più adulti conoscono la storia del film Lawrence d’Arabia e l’attore principale che stava di fronte a Petra ed era sopraffatto dalla città rocciosa. Nel 2013 ho potuto provare con i miei occhi questa città scolpita nella pietra. Ero sopraffatto e mi sentivo così piccolo davanti a questo scenario. È inutile da descrivere, non sarebbe giusto rispetto alla realtà. Pertanto, per tutti coloro che amano esplorare le città storiche da vicino attraverso il trekking, andateci! La città rocciosa di Petra in Giordania è una delle 7 nuove meraviglie del mondo. È un patrimonio riconosciuto dall’UNESCO.

città rocciosa di Petra Giordania
Una parola monumentale!!

Fare trekking in Giordania significa anche natura e cultura in ogni angolo: non solo si incontrano le testimonianze di antiche vie carovaniere nel paese montuoso e desertico, ma anche le dune di sabbia che brillano rossastre alla luce della sera. I “Sette Pilastri della Saggezza” sono il nome dato alle massicce torri di roccia del Wadi Rum, che già impressionarono Lawrence d’Arabia. I colori delle rocce che vanno dal giallo ocra al rosa-rosso e al blu-verde vi affascineranno.

La Giordania non è solo una destinazione per i pellegrini e gli appassionati d’arte. Oltre a Petra e al Monte Nebo, il paese affascina i suoi visitatori con paesaggi naturali unici e biotopi ricchi di specie. Ma, questi possono essere scoperti solo da coloro che si allacciano le scarpe da trekking!

Trekking in Giordania – paesaggio storico e indimenticabile

Nel Vicino Medio Oriente, gli appassionati di escursionismo troveranno il Regno di Giordania, il cui paesaggio variegato va dalle imponenti montagne agli aridi deserti fino alla costa del Golfo di Aqaba. Sia il Mar Morto che il Mar Rosso confinano con la Giordania. La natura, la cultura e i paesaggi, che difficilmente potrebbero essere più diversi, invitano a fare trekking in Giordania e rendono il regno asiatico una destinazione interessante per le escursioni a piedi.

Khazne al-Firaun- Petra-Giordania

Chi vuole dedicarsi alle escursioni in Giordania può, per esempio, seguire l’antica Strada Reale. Lungo la strada, i primi castelli islamici del deserto e le città romane di Umm Qais e Jerash testimoniano il passato movimentato della Giordania. Anche i crociati hanno lasciato il loro segno. Fare trekking in Giordania è come fare un viaggio nel tempo e ti permette una visione più profonda dello sviluppo storico e culturale del paese. La Giordania ha anche il suo fascino paesaggistico ed è quindi la destinazione perfetta per le tue escursioni.

Puoi fare escursioni nel deserto tra il Wadi Rum e la Valle del Giordano, visitare il punto più basso della terra nel Mar Morto  a 423 metri sotto il livello del mare o fare immersioni nel Golfo di Aqaba. Con le barriere coralline più a nord del mondo, il Mar Rosso qui è un vero paradiso per i sub. Coloro che non sono solo entusiasti della natura durante le escursioni, ma anche degli affascinanti mondi sottomarini durante le immersioni, troveranno in Giordania la loro soddisfazione.

Petra città nella roccia

Petra è una delle sette nuove meraviglie del mondo e considerato uno dei siti archeologici più belli del mondo. Niente si può paragonabile alla città di Petra! Soprattutto, gli effetti prodotti dalla luce del sole sulle rocce di pietra arenaria colorata sono unici. Durante le mie escursioni ammiravo gli edifici, le camere di sepoltura, le strade e i luoghi di culto. Prima di tutto ho cercato di avere una visione generale, camminando attraverso la gola del Siq e visitando i luoghi più importanti.

le tombe reali Petra Giordania
Le tombe reali a Petra

Seguendo le tracce di un antico percorso processionale, sono salito al Luogo Alto o Sacrificio (in arabo al-Madhba), il luogo di culto più importante, e ho potuto godere la magnifica vista del paesaggio in rovina. Sulla via del ritorno attraverso il Wadi Farasa si incontrano numerose tombe. L’escursione dura circa 5-6 ore. La differenza di altitudine è di circa 500 m. Portate con voi abbastanza provviste, soprattutto acqua!

Quali sono le principali attrazioni della città di Petra?

Il sentiero principale, chiaramente segnato su ogni mappa disponibile tramite il Petra Visitor Center, vi condurrà alle attrazioni più importanti dell’antica città nabatea. Si comincia con la gola di Al-Siq, estremamente suggestiva, stretta e che si estende per 1,5 km. È attraverso questa gola che passava la strada principale che portava a Petra, percorsa ogni giorno da carovane di mercanti provenienti dalla Cina, dalla Siria e dall’Arabia cariche di numerose merci.

Alla fine, dai corridoi bui e stretti del canyon vedrete l’edificio più riconoscibile dell’antica città nabatea, il cosiddetto Al-Khazneh, chiamato dai beduini “Tesoro del faraone”. Credevano che nell’urna sopra la parte centrale del frontone dell’edificio, ci fossero dei tesori nascosti. Infatti, fino ad oggi non si sa bene quale fosse lo scopo originale di questo monumentale edificio scolpito nella roccia. La maggior parte dei ricercatori sono inclini alla teoria che il tesoro, nonostante il fatto che sembra un tempio, serviva come tomba di uno dei governanti di Petra.

Il passaggio Siq che porta a Petra
Il passaggio (canyon) Siq che porta a Petra

Dal Tesoro si cammina lungo la Fasad Street verso le altre straordinarie attrazioni della città antica. All’enorme Teatro scolpito nella roccia (il più grande oggetto di Petra in grado di ospitare da 6-10 mila spettatori), e poi al grande complesso di Tombe Reali sul cosiddetto Muro Reale. Consiste in: Tomba a urna, Tomba di seta, Tomba corinzia e Tomba a palazzo. Quest’ultimo un tempo si elevava su tre livelli e si dice che assomigliasse a un palazzo romano. Si suppone che sia stato usato come luogo per tenere cerimonie funebri. È interessante notare che nessun resto umano è mai stato trovato nelle tombe.

La piccola Petra & Ed Deir

Nel secondo giorno nella città nabatea sono partito da El-Beidha per un’escursione che mi ha portato attraverso le magnifiche montagne della Piccola Petra. Alcuni passaggi richiedono un passo sicuro. Più e più volte si vedono formazioni rocciose bizzarre e gole. Si raggiunge la città di roccia attraverso l’ingresso posteriore al monastero Ed Deir, situato in alto su un altopiano. Questa tomba rupestre appartiene, accanto alla casa del tesoro, alle più belle facciate di Petra. Poi si scende attraverso una scala di roccia ben battuta (circa 800 gradini) nella conca della valle. In lontananza si possono vedere le imponenti facciate delle tombe reali. In seguito si passa il triclinio del leone, una tomba che è stata pesantemente intaccata dall’erosione.

Come arrivare a Petra?

La porta d’ingresso di Petra si trova nella città giordana di Wadi Musa, situata a circa 130 km da Aqaba e 240 km da Amman. L’opzione più conveniente per arrivare a Petra da qualsiasi punto della Giordania è noleggiare un taxi. Tuttavia, questa è una spesa non propio economica. Per esempio, dal confine israelo-giordano la tariffa del taxi è di circa 60 JD (75 Euro), da Aqaba a Wadi Musa circa 40 JD (50 Euro), da Amman a Wadi Musa circa 80-90 JD (110-120 Euro). Un’opzione più economica è prendere un mini bus locale. Dalla stazione degli autobus di Aqaba ci sono minibus per la stazione degli autobus nel centro di Wadi Musa tutti i giorni tranne il venerdì. Il costo del viaggio è di 7 JD (8,5 Euro).  L’autobus parte tra le 8.00-8.30.

Quali sono gli orari di apertura al pubblico di Petra?

Gli orari di apertura del complesso monumentale sono in:

  • Estate dalle 6.00 alle 18.00
  • Inverno fino alle 16.00.

Quanto costa un biglietto d’ingresso a Petra?

Petra è spaventosamente costosa! È probabilmente una delle attrazioni più costose del mondo. Il biglietto d’ingresso di un giorno per coloro che non hanno intenzione di rimanere in Giordania più di un giorno costa 90 JD. Per coloro che rimangono in Giordania almeno una notte, i prezzi sono stati leggermente ridotti. Un biglietto d’ingresso di un giorno costa quindi 50 JD (ca. 65 Euro), un biglietto di due giorni costa 55 JD (ca. 70 Euro), e un biglietto di tre giorni costa 60 JD (ca. 75 Euro).

Per i turisti che arrivano a Petra il primo giorno dopo aver attraversato il confine giordano, il costo del biglietto è di 90 JD (ca. 120 uro). Tuttavia, il prezzo include un deposito di 40 JD (ca. 50 Euro), che viene restituito il giorno dopo. I biglietti per Petra possono essere acquistati al Petra Visitor Center, la porta d’accesso all’antica città. Si trova alla periferia di Wadi Musa.

È possibile visitare Petra di notte?

Un’eccellente aggiunta alla tua visita a Petra è quella di esplorarla di notte. “Petra di notte” è una passeggiata attraverso l’antica città nabatea alla luce delle stelle e della luna e di innumerevoli candele sparse lungo il Siq fino all’attrazione più importante della città che è il tesoro. È qui che si svolge uno spettacolo magico, durante il quale i suoni ipnotici degli strumenti beduini si diffondono tra le rocce e decine di candele proiettano belle ombre tremolanti sulla grande facciata di questo edificio maestoso. In sottofondo si può sentire la musica e la storia di Petra e dei suoi abitanti originari.

Visitare Petra di notte è veramente un’esperienza indimenticabile. La passeggiata inizia alle 20:30 dal Petra Visitor Center e termina intorno alle 22:30. “Petra by night” si svolge solo tre volte a settimana (lunedì, mercoledì e giovedì). Il biglietto d’ingresso costa 17 JD (ca. 20 Euro).

Come evitare la folla nella città rocciosa di Petra?

Se vuoi evitare la folla, non devi per forza essere a Petra la mattina presto. Tutto quello che devi fare è non seguire il percorso principale, come fa la maggior parte dei turisti, ma scegliere percorsi alternativi e leggermente più impegnativi attraverso le montagne che circondano Petra. Questi sentieri sono ben descritti solo su mappe (disponibili gratuitamente al Petra Visitor Center). Purtroppo le mappe non sono state in inglese o italiano. Perché? Non ne ho idea. Noi siamo partiti per esplorare la città intorno alle 11. Dopo aver raggiunto la tesoriera abbiamo preso il sentiero giallo che porta all’Alto Luogo del Sacrificio, che offre una splendida vista dall’alto della città, compresa la Via delle Facciate e le Tombe Reali.

Alloggio a Wadi Musa

La maggior parte degli hotel, compresi quelli più economici, si trovano nella città di Wadi Musa, a circa 1,5-2 km dall’ingresso di Petra. Il percorso non è pianeggiante. Wadi Musa è su una collina. A Wadi Musa non c’è mancanza di negozi e ristoranti. Più ci si avvicina all’ingresso di Petra, più i prezzi diventano alti. Particolarmente costosi sono i ristoranti e i negozi sulla Tourist Strett vicino all’ingresso. A Petra stessa c’è un grande ristorante e molti posti dove offrono il tè e a volte qualcosa di più. I prezzi sono abbastanza alti. È meglio portare con sé una scorta d’acqua e cibo per la giornata.

Wadi Musa Giordania
La città di Wadi Musa un buon posto per dormire

Wadi Rum

Dopo aver lasciato Petra, ho continuato attraverso il paesaggio lunare di Wadi Rum, raggiungendo il piccolo villaggio beduino di Al Disa all’ora di pranzo. Il nostro piccolo gruppo di 6 persone divenne pensierosa, e nessuno disse più una parola, ci si sentiva spaventati e ci si vergognava di farsi largo con la propria insignificanza in mezzo a queste gigantesche montagne incombenti. Questa emozione è indescrivibile una volta arrivati a Wadi Rum.

Trekking in Giordania
paesaggio lunare nei pressi di Wadi Rum

La vastità del deserto del Wadi Rum è una valle immensa con formazioni rocciose di arenaria e granito e possenti colossi di pietra in tutte le sfumature di rosso che sorgono dalla sabbia. Il deserto, il cielo e soprattutto il silenzio sembrano infiniti. Dopo pranzo ho fatto un’escursione di circa 3 ore per raggiungere il nostro campo in mezzo al deserto dove ho passato la notte. Ho trascorso la notte sotto migliaia di stelle. Probabilmente uno dei posti più belli per dormire.

Nei pressi di Wadi Rum Campo Beduino
Campo beduino nel deserto

Trekking in Giordania Mar Morto e la riserva naturale di Dana

Un viaggio perfetto con un finale perfetto. Ho percorso il Wadi Mujib con le sue profonde gole e bizzarre formazioni rocciose. Il fiume è l’unico modo per attraversare le gole strette e profonde 50 metri del Wadi (si raccomandano le scarpette da scoglio).

Il piccolo villaggio di Dana si trova nella vicina riserva naturale di Dana e si estende da 1 500 m sul livello del mare fino alle rive del Mar Morto. La grande differenza di altitudine è responsabile del fatto che qui si sono sviluppati quattro diversi ecosistemi, dalla foresta mediterranea al deserto. La diversità delle specie è di conseguenza elevata. Oltre a più di 800 specie di piante, qui sono presenti anche specie animali in pericolo di estinzione come lo stambecco nubiano, la iena striata o la lince del deserto.

un bagno nel Mar Morto
un bagno nel Mar Morto è indimenticabile

La riserva naturale più grande della Giordania, con i suoi wadi verdi e le rocce colorate di rosso, offre una splendida possibilità di escursioni. È possibile fare un’escursione attraverso diversi paesaggi, passando per ripide creste di montagna e formazioni rocciose che si estendono a valle.  Se il Siq Trail è chiuso a causa del livello dell’acqua o delle condizioni meteorologiche, è possibile percorrere l’Ibex Trail. L’escursione dura ca. 4 ore ed è relativamente semplice.

Quando è il momento migliore per fare trekking in Giordania?

La primavera (marzo-maggio) e l’autunno (ottobre-novembre) sono i periodi migliori per fare trekking in Giordania. Durante questo periodo, le temperature diurne sono molto piacevoli, oscillando tra i 18-25 gradi. Non è né troppo freddo né troppo caldo. Durante l’inverno la temperatura è abbastanza bassa, mentre d’estate è molto alta (la temperatura può arrivare fino a 40 gradi).

Costi e prezzi in Giordania

Dall’Italia ci sono voli per Amman per circa 300 – 400 €. Ci sono anche alcuni voli diretti. In alta stagione costano di più.

Cenare in città a seconda del posto può essere molto economico. Ad Amman è stato possibile mangiare per 8€, totalmente delizioso. Negli hotel da quattro a cinque stelle bisogna fare i conti con i prezzi europei. La mancia è spesso inclusa nel conto, se non è il 10% e dovrebbe essere aggiunto. Le guide si aspettano una mancia da tre a cinque dinari, i facchini e gli addetti alle pulizie un dinaro.

Come raggiungere la Giordania?

La Giordania può essere raggiunta in diversi modi. Certamente il viaggio aereo è la scelta più diffusa, ma ci sono anche modi alternativi e più avventurosi per raggiungere il paese di Petra e del Mar Morto.

Confine Israele-Giordania Wadi Araba
Confine Israele-Giordania Wadi Araba tutti devono scendere, dall’altra parte aspetta il bus giordano, il bus israeliano non può attraversare il confine

Il vettore nazionale è la Royal Jordanian Airlines, membro di One World Alliace. Le principali compagnie aeree straniere come British Airways, Air France, AirBaltic, Lufthansa, Austrian, Alitalia, Aegean, Turkish Airlines, Egypt Air, Emirates, Etihad e Qatar Airways collegano la Giordania. Dall’Italia ci sono diversi voli diretti per la Giordania.
La Ryanair ha anche annunciato nuovi collegamenti da Bologna e Milano Bergamo per Amman e da Roma Ciampino per Aqaba. I voli tramite Ryanair costano in media circa 150-200 euro. I voli con altre compagnie aeree di solito costano tra i 300 e i 400 euro.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button